Il presente Codice Etico riunisce in un unico documento le regole base ed i principi cardini vincolanti per la società già oggi, così come in un futuro; rappresenta un modello ed uno standard per noi stessi, ed è allo stesso tempo un impegno verso l'esterno, nell'ottica sia di un comportamento consapevolmente responsabile nei confronti dei propri clienti, collaboratori, fornitori e della collettività, che in termini di gestione dei rapporti reciproci nell'ambito interno dell'azienda stessa.

1. INTRODUZIONE

Team2Grow S.r.l. opera nel settore dell'Advisoring Finanziario e della Consulenza sia finanziaria che manageriale, con specifico supporto propriamente finanziario e di capitale umano a sostegno di PMI e Start-Up; nasce dalla convinzione che in questi ultimi anni di trasformazione dei mercati e di accelerazioni tecnologiche, si siano sviluppate nuove e significative opportunità di crescita per le PMI e le Start-Up più qualificate, rappresentanti, oltretutto, la base dell’economia italiana; queste realtà devono essere messe nella condizione di poter sviluppare competenze e business, attraverso un'assistenza di carattere professionale e finanziario. La mission aziendale si traduce nell'affiancare, validare, riqualificare ed accompagnare PMI e Start-Up in un percorso preciso, che si realizza nel raggiungimento degli obiettivi aziendali prefissati, attraverso sia apporto di Capitale Umano che Finanziario. La vision si traduce nel supporto alla crescita aziendale ed allo sviluppo economico del Paese.

Il presente Codice Etico è il documento in cui Team2Grow S.r.l. enuncia i principi di correttezza, integrità e trasparenza che adotta rispetto a tutti i soggetti con cui entra in relazione per il conseguimento del proprio oggetto sociale. Ciascun soggetto nell’esercizio delle proprie funzioni, è tenuto al rispetto delle norme previste nel presente Codice Etico. Lo sforzo della Società è quello di “aggiungere qualità” ai momenti di relazione con l’esterno prestando particolare attenzione ai bisogni della clientela, fornendo una risposta qualificata, tempestiva e competente in termini di supporto finanziario e gestionale. Internamente, la Società riconosce valore al contributo professionale dei propri dipendenti, collaboratori e soci e Amministratore Unico, e ne promuove la crescita professionale, in un quadro di lealtà e fiducia reciproca. Tutte le azioni svolte da tali soggetti sono poste in essere nel rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti e sono improntate alla massima onestà, obiettività, lealtà e trasparenza. Tali principi sono criteri generali che guidano la gestione quotidiana e specificano come la Società intenda realizzare la propria missione: la creazione di valore per la proprietà è strettamente legata alla volontà di mantenere sempre uno stile di gestione coerente a questo orientamento etico. Il programma della Società prevede:

  • Definizione, diffusione e condivisione, a tutti i livelli aziendali, delle regole comportamentali enunciate dal Codice Etico predisposto;
  • Mappatura delle attività aziendali nel cui ambito è più probabile che vengano commessi i reati previsti dal D.Lgs. 231/2001 e successive integrazioni;
  • Predisposizione di un adeguato sistema sanzionatorio;
  • Previsione di un adeguato flusso informativo da e verso la Società.

La Società si impegna a promuovere la conoscenza del Codice da parte di tutti gli stakeholders, inoltre si impegna a tenere in considerazione i suggerimenti e le osservazioni che dovessero scaturire dagli stessi stakeholders, con l’obiettivo di migliorare ed integrare il Codice. A tal scopo viene data ampia diffusione interna del Codice. La Società inoltre, vigila sull’osservanza del Codice, predisponendo adeguati strumenti e procedure di informazione, prevenzione e controllo e assicurando la trasparenza dei comportamenti posti in essere, intervenendo, se del caso, con azioni correttive. Le disposizioni del presente Codice sono vincolanti, per i comportamenti di tutti coloro che partecipano all’organizzazione imprenditoriale della Società, e di chiunque instauri, direttamente o indirettamente, stabilmente o temporaneamente, un rapporto con la stessa . La Società modificherà periodicamente il contenuto del Codice al fine di adeguarlo alle evoluzioni normative e alle esperienze applicative maturate. Tutti sono invitati a contribuire al suo miglioramento tramite suggerimenti ed osservazioni.

2. NORME E REGOLAMENTO DI COMPORTAMENTO

     2.1. DESTINATARI E AMBITO DI APPLICAZIONE

Per destinatari del Codice Etico si intendono:

  • L'Amministratore Unico;
  • I Soci;
  • I dipendenti, inquadrati in base alle normative e alle disposizioni del Contratto Collettivo Nazionale dei Lavoratori;
  • Tutti coloro che, indipendentemente dalla qualificazione giuridica del rapporto, intrattengono una relazione di lavoro che preveda obblighi di subordinazione all’autorità discrezionale della Società o che rappresentano la stessa presso terzi (di seguito collaboratori).

L’importanza del cliente della Società per il raggiungimento dello scopo sociale, la sua centralità per tutti i soggetti della Società che entrano in contatto con la clientela, rendono essenziale il rispetto del presente Codice, poiché è essenziale, per la Società, creare valore per il cliente nello svolgimento delle attività rientranti nello scopo sociale.

ONESTà

    La Società agisce nell’assoluta legalità, mantiene un rapporto di fiducia e di fedeltà reciproca tra ognuno dei suoi destinatari, dai quali si aspetta che non perseguano vantaggi personali o aziendali a discapito delle leggi vigenti e delle norme del presente Codice. I rapporti tra i destinatari del Codice Etico dovranno essere improntati a criteri e comportamenti di collaborazione, lealtà, rispetto reciproco e correttezza, nella tutela degli interessi aziendali.

    RAPPRESENTATIVITà

      All'interno della Società la reputazione è considerata un bene immateriale di grande valore, in quanto le consente di creare e coltivare con tutti i suoi interlocutori rapporti basati sulla fiducia. Pertanto essa si attende che tutti coloro che agiscono per suo conto ne rappresentino al meglio lo stile, evitando comportamenti di dubbio fondamento morale.

      COLLABORAZIONE

        La Società si aspetta da tutti i destinatari del Codice Etico un atteggiamento di disponibilità nel contribuire allo svolgimento delle attività di gestione e nella risoluzione di eventuali criticità. Ciascuno è ritenuto responsabile per le attività di competenza e deve mantenere un atteggiamento proattivo: è sempre necessario fornire un apporto costruttivo nella ricerca di soluzioni valide che vanno condivise con colleghi e superiori.

          CONDOTTA CORRETTA E TRASPARENTE

            La Società esige che i suoi soci, preposti, dipendenti e collaboratori tengano una condotta corretta e trasparente nello svolgimento delle loro funzioni, soprattutto in relazione alle richieste avanzate dall'Amministratore Unico nell’esercizio delle rispettive funzioni istituzionali.

            CHIAREZZA E VERITà IN OGNI OPERAZIONE E/O TRANSAZIONE

              Ogni operazione e/o transazione, intesa nel senso più ampio del termine, deve essere legittima, autorizzata, coerente, congrua, documentata, registrata ed in ogni tempo verificabile dall'Amministratore Unico. Le procedure che regolano le operazioni devono consentire la possibilità di effettuare controlli sulle caratteristiche dell’operazione e/o transazione, sulle motivazioni che ne hanno consentito l’esecuzione, sulle autorizzazioni allo svolgimento, sull’esecuzione dell’operazione e/o transazione medesima. Ogni soggetto che effettui operazioni e/o transazioni aventi ad oggetto somme di denaro, beni o altre utilità economicamente valutabili, appartenenti alla Società, deve agire su specifica autorizzazione e fornire, a richiesta, ogni valida evidenza per la sua verifica in ogni tempo.

              CHIAREZZA E VERITà NEI RISCONTRI CONTABILI

                Ciascuna funzione aziendale è responsabile della veridicità, autenticità e originalità della documentazione e delle informazioni rese. Tutte le scritture contabili che costituiscono la base per la redazione dei bilanci devono essere redatte in modo chiaro, veritiero e corretto e conservate con cura dalle strutture aziendali preposte alla loro redazione. Il bilancio civilistico, deve essere redatto a norma di legge, con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della Società ed il risultato economico dell’esercizio. I destinatari del Codice Etico, che venissero a conoscenza di omissioni, di falsificazioni e di mancanza di accuratezza nella tenuta della contabilità o nella documentazione di supporto, devono riferire all'Amministratore Unico.

                COLLABORAZIONE E CONTROLLO

                  I soci, i dipendenti ed i collaboratori della Società sono responsabili della definizione e del corretto funzionamento del sistema di controllo interno, utile a indirizzare e gestire efficacemente le attività, assicurando il rispetto delle leggi e delle procedure aziendali nonché un’accurata e completa informazione contabile. La responsabilità di realizzare un sistema di controllo interno efficace è comune ad ogni livello della struttura organizzativa: i destinatari del Codice Etico devono quindi mantenere un atteggiamento proattivo, anche segnalando, laddove significativo, la presenza di rischi potenziali per la Società.

                  CONFLITTO DI INTERESSI

                    Tutti i destinatari del Codice Etico devono evitare ogni situazione che possa generare conflitto fra i propri interessi personali e con gli interessi della Società, dei clienti, dei fornitori, dei finanziatori e di tutti i soggetti che collaborano alle iniziative della stessa; le informazioni acquisite nello svolgimento delle attività assegnate devono rimanere strettamente riservate e non possono essere divulgate se non nel rispetto della normativa vigente. Ogni situazione che possa costituire o determinare un potenziale conflitto con gli interessi della Società e dei soggetti sopra indicati, deve essere immediatamente comunicata all’Amministratore Unico.

                    REGALI E BENEFICI

                      Non è consentito corrispondere né offrire, direttamente o indirettamente, pagamenti e benefici materiali di qualsiasi entità a terzi per influenzare o compensare un’attività relativa all’esercizio del loro ufficio. Atti di cortesia commerciale, come omaggi o forme di ospitalità, sono consentiti, se e quando sono di modico valore e comunque tali da non compromettere l’integrità o la reputazione dei destinatari del Codice Etico e della Società stessa, quindi tali da non poter essere interpretati, da un osservatore imparziale, come finalizzati al conseguimento di un vantaggio, anche non economico, contrario a norme imperative di legge, ai regolamenti e ai Principi Etici Universali. Il socio, il preposto, il dipendente, il collaboratore, il fornitore o qualunque altro soggetto, che riceve omaggi o trattamenti di favore non direttamente ascrivibili a normali relazioni di cortesia, dovrà informare immediatamente l'Amministratore Unico. Qualunque soggetto sopra indicato è tenuto a non effettuare ovvero a rifiutare pagamenti che possano determinare una condotta illecita in violazione di leggi, di regolamenti e dei Principi Etici Universali. Nei casi in cui sia dubbia la liceità e la correttezza di un pagamento, la questione deve essere preventivamente sottoposta alla valutazione dell'Amministratore Unico.

                      ACQUISTI DI BENI E SERVIZI

                        I destinatari del Codice Etico che, per conto della Società, effettuano qualsiasi acquisto di beni e/o servizi, incluse anche le consulenze, devono agire nel rispetto dei principi di correttezza, economicità, qualità e liceità ed operare con la diligenza richiesta dalla natura dell’incarico e dalle loro specifiche competenze.

                          RISERVATEZZA DELLE INFORMAZIONI

                            La Società garantisce la corretta gestione delle informazioni, assicurando che la comunicazione all’esterno di documenti e informazioni riguardanti la Società avvenga nel rispetto delle normative vigenti. La Società chiede ai soci, ai preposti, ai dipendenti ed ai collaboratori di osservare scrupolosamente tutti gli obblighi di riservatezza previsti dalle leggi speciali in materia. Tutti i destinatari del Codice Etico sono tenuti ad impegnarsi nel mantenere il più assoluto riserbo sulle informazioni, inerenti la Società. Le controllate e le società clienti, da lui stesso elaborate o di cui venga a conoscenza nello svolgimento della sua mansione e delle quali non sia stata preventivamente autorizzata la diffusione o che non siano di pubblico dominio. Ai destinatari del Codice Etico è fatto specifico divieto di riprodurre o utilizzare per scopi personali qualsiasi documentazione riservata sia aziendale sia delle società controllate e a mantenere la segretezza sui relativi interessi.

                              USO DEI SISTEMI INFORMATIVI

                                Rispetto all’utilizzo dei sistemi informatici ogni destinatario del codice si impegna ad osservare le regole di comportamento adottate dalla Società e diffuse tramite la rete aziendale, ed è corresponsabile della sicurezza dei sistemi utilizzati e soggetto alle disposizioni normative in vigore e alle condizioni dei contratti di licenza. Salvo quanto previsto dalle leggi civili e penali, rientra nell’uso improprio dei beni e delle risorse aziendali l’utilizzo dei collegamenti in rete per fini diversi da quelli inerenti al rapporto di lavoro o per inviare messaggi offensivi o che possano arrecare danno all’immagine della Società. Tutti i destinatari del codice Etico sono altresì tenuti a prestare il necessario impegno al fine di prevenire la possibile commissione di reati mediante l’uso degli strumenti informatici.

                                VERIDICITà DELL'INFORMAZIONE

                                  Ciascuna funzione aziendale è responsabile della veridicità, autenticità e originalità della documentazione e delle informazioni rese nello svolgimento dell’attività di propria competenza. È vietato diffondere intenzionalmente notizie false sia all’interno sia all’esterno della Società, concernenti la Società stessa e i suoi interlocutori, con la consapevolezza e conoscenza della loro falsità. La Società condanna qualsiasi comportamento, da chiunque posto in essere, volto ad alterare la correttezza e la veridicità dei dati e delle informazioni contenute nei bilanci, nelle relazioni o nelle altre comunicazioni della società e dei Clienti dirette a qualsiasi interlocutore e pubblico di riferimento.

                                  CORRETTEZZA E COMPLETEZZA NELLA GESTIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO

                                    La Società formula i contratti di lavoro in modo corretto utilizzando un linguaggio chiaro e trasparente, determinando tutte le fattispecie di maggior rilievo contrattuale, in linea con i requisiti di legge. Il personale è assunto con regolare contratto di lavoro, in conformità alle leggi, ai contratti collettivi e alle normative vigenti. La Società esegue il contratto con equità, senza sfruttare eventuali condizioni di debolezza o ignoranza del lavoratore. Parallelamente, la Società si aspetta che tutti i suoi dipendenti e collaboratori si comportino in maniera analoga.

                                      VALORIZZAZIONE DEI DESTINATARI DEL CODICE ETICO

                                        I destinatari del Codice Etico della Società sono una risorsa strategica, che è adeguatamente valorizzata, favorendo opportunità di crescita professionale attraverso il confronto continuo e la responsabilizzazione. Eventuali situazioni di difficoltà o di conflitto con il suddetto principio dovranno essere da chiunque segnalate tempestivamente all’Amministratore Unico, affinché provveda a porre in essere le eventuali azioni correttive. Qualsiasi incentivo, sotto forma di compenso economico o di beni materiali, deve essere opportunamente autorizzato, nel rispetto del principio di equità.

                                        RISERVATEZZA DEI DATI PERSONALI

                                          In conformità alle disposizioni di legge e tutela della privacy, la Società si impegna a non rivelare dati personali e, in genere, informazioni relative ai propri soci, dipendenti, collaboratori, preposti, clienti e ai terzi e ad evitare ogni uso improprio di queste informazioni.

                                            INTEGRITà DELLA PERSONA

                                              Per la Società il rispetto dell’integrità morale e fisica di tutti i destinatari del Codice Etico è condizione necessaria per lo svolgimento dell’attività lavorativa. Pertanto richiede che i soci, i preposti, i dipendenti e i collaboratori tengano comportamenti finalizzati alla promozione di un clima di rispetto sia reciproco, internamente, che rivolto all'esterno, astenendosi da atteggiamenti ingiuriosi o diffamatori, o anche solo apparentemente tali. Inoltre, sono vietati non solo atti di coercizione e violenza, già proibiti dalla legge, ma anche azioni ricattatorie nella sfera dell’esercizio dell’autorità, che costituirebbero oltraggio alla dignità della persona. La Società è altresì impegnata a salvaguardare la salute e sicurezza sul luogo di lavoro, in ottemperanza alle normative vigenti e ai Principi Etici Universali, attraverso piani di intervento a ciò predisposti.

                                              CONTRATTI E COMUNICAZIONI

                                                I contratti e le comunicazioni con i clienti devono essere:

                                                • Chiari, semplici e formulati con il linguaggio più vicino possibile a quello della clientela;
                                                • Conformi alle normative vigenti e alle indicazioni delle Autorità di indirizzo e controllo.

                                                La Società si impegna a comunicare tempestivamente e nel modo più appropriato ogni informazione relativa ad eventuali modifiche e variazioni nella prestazione del servizio.

                                                       2.2. PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

                                                    Per Pubblica Amministrazione (di seguito denominata PA) si intendono tutti quei soggetti, privati e di diritto pubblico, che svolgono una “funzione pubblica” o un “pubblico servizio”. “Funzione pubblica”: attività disciplinate da norme di diritto pubblico, attinenti le funzioni legislative, amministrative e giudiziarie. “Servizio pubblico”: attività di produzione di beni e servizi di interesse generale ed assoggettate alla vigilanza di un’Autorità Pubblica, e quelle attività volte a garantire i diritti della persona alla vita, alla salute, alla libertà di comunicazione, anche in regime di concessione e/o convenzione.

                                                    ONESTà

                                                      La Società, con i soci, i dipendenti, i collaboratori e tutti i soggetti che agiscono per conto della stessa nei rapporti con la PA, italiana o straniera, ispirano ed adeguano la propria condotta, al fine di non indurre la Pubblica alla violazione dei principi dell’imparzialità e della correttezza cui è tenuta. I contratti con la PA, italiana o straniera, sono limitati a chi è specificamente e formalmente incaricato dalla Società di trattare o di avere contatti con tali amministrazioni, funzionari pubblici, enti, organizzazioni e/o istituzioni. I soggetti, specificamente e formalmente incaricati, sono pertanto tenuti al controllo e al monitoraggio di tali operazioni, al fine dello svolgimento delle stesse, secondo criteri di liceità, correttezza e trasparenza.

                                                      CONFLITTO DI INTERESSI

                                                        I soci, i dipendenti e i collaboratori della Società sono tenuti a non intraprendere e a non coltivare attività che possano pregiudicare l’integrità o il nome della stessa ovvero possano concretizzarsi in atti che diano luogo a situazioni di conflitto di interessi, anche solo potenziali. La Società non potrà farsi rappresentare nei rapporti con la PA, italiana o straniera, da soggetti terzi quando, in base alle informazioni disponibili, si possa configurare un conflitto di interessi. I soggetti, che operano per conto della Società, hanno l’obbligo di segnalare all’Amministratore Unico eventuali situazioni che possano generare conflitto di interesse nel corso degli affari.

                                                        RAPPORTO DI AFFARI

                                                          Le persone incaricate dalla Società di seguire una qualsiasi trattativa d’affari richiesta o rapporto con la PA italiana o straniera, non possono, per nessuna ragione, porre in essere comportamenti volti a influenzare illegittimamente le decisioni stesse dei rappresentanti della PA, al fine di far conseguire alla Società un indebito/illecito profitto o vantaggio. Nel corso di una trattativa d’affari, richiesta o rapporto d’affari con Rappresentanti della PA italiana o straniera, non possono essere intraprese, direttamente o indirettamente, le seguenti azioni:

                                                          • Esaminare o proporre opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare i rappresentanti della PA, a titolo personale;
                                                          • Offrire in alcun modo omaggi al fine di influenzare atti di pubblici uffici, favori, sollecitazioni di vantaggi personali, salvo che si tratti di doni o altre utilità di modico valore e, in ogni caso, rientranti negli usi, costumi o attività legittime;
                                                          • Sollecitare od ottenere informazioni riservate che possano compromettere l’integrità o la reputazione di entrambe le parti;
                                                          • Compiere qualsiasi altro atto volto a indurre i rappresentanti della PA a fare, o ad omettere di fare, qualcosa in violazione delle leggi dell’ordinamento cui appartengono e dei Principi Etici Universali.

                                                          REGALI E BENEFICI

                                                            La Società condanna qualsiasi comportamento, da chiunque per suo conto posto in essere, consistente nel promettere od offrire, direttamente o indirettamente, denaro o altre utilità a rappresentanti della PA italiana o straniera, da cui possa conseguire per la Società un indebito/illecito interesse o vantaggio. I suddetti comportamenti non sono consentiti sia se sostenuti direttamente dagli Organi della Società, e loro membri, o dai suoi dipendenti, collaboratori o fornitori, sia se tenuti per il tramite di soggetti che agiscono per conto della Società medesima. È proibito promettere e/o offrire qualsiasi oggetto, servizio, prestazione o favore di valore per ottenere un trattamento più favorevole in relazione a qualsiasi rapporto intrattenuto con la PA italiana o straniera. È proibito promettere e/o offrire qualsiasi oggetto, servizio, prestazione o favore di valore per indurre i rappresentanti della PA, italiani o stranieri, ad utilizzare la loro influenza su altri soggetti appartenenti alla PA italiana o straniera. Gli omaggi e gli atti di cortesia verso rappresentanti della PA o comunque pubblici dipendenti sono consentiti solo quando, essendo di modico valore, non compromettano in alcun modo l’integrità e l’indipendenza delle parti e non possano essere interpretati come strumento per ottenere vantaggi in modo improprio.

                                                              CONTRIBUTI E SOVVENZIONI

                                                                La Società condanna i comportamenti volti ad ottenere, da parte dello Stato, della Comunità Europea o da altro Ente Pubblico, qualsiasi tipo di contributo, finanziamento, mutuo agevolato o altra erogazione dello stesso tipo, per mezzo di dichiarazioni e/o documenti allo scopo alterati o falsificati, o per il tramite di informazioni omesse o, più genericamente, per il tramite di artifici o raggiri, compresi quelli realizzati per mezzo del sistema informatico o telematico, volti ad indurre in errore l’Ente erogatore. Contributi, sovvenzioni o finanziamenti ottenuti dallo Stato o da un altro Ente pubblico o dalla Comunità Europea, anche se di modico valore e/o importo, non possono essere destinati a finalità diverse da quelle per le quali sono stati concessi.

                                                                     2.3. RAPPORTI CON TERZI

                                                                  I terzi sono tutti gli interlocutori che consentono il normale svolgimento dell’attività lavorativa della Società, che beneficiano dell’attività della stessa, come nel caso delle organizzazioni non-profit, o nei confronti dei quali la Società intende puntualizzare il proprio stile di comportamento.

                                                                  PARTNER, FORNITORI E CONSULENTI

                                                                    La Società nella scelta dei propri fornitori adotta modalità oggettive in base a considerazioni di convenienza economica e qualità dell’offerta, privilegiando quei fornitori con i quali si è già instaurato un rapporto documentabile di reciproca fiducia. Al fine di sviluppare relazioni di medio-lungo termine, la Società ispira i comportamenti verso i propri fornitori a principi di correttezza, trasparenza e diligenza nella gestione degli accordi. Nel caso in cui la valutazione del fornitore dovesse essere condizionata dall’esistenza di conflitti d’interesse, anche solo potenziali, è necessario che si dia adeguata informazione all’Amministratore Unico. La Società raccomanda ai propri fornitori di astenersi dal fare omaggi, in qualsiasi forma, a dipendenti, preposti, soci e collaboratori della Società, tali da eccedere le normali pratiche di cortesia o da indurre, anche solo potenzialmente, comportamenti in contrasto con gli interessi della Società. Ai soci, ai dipendenti, ai preposti e ai collaboratori è consentito effettuare atti di cortesia commerciale, come omaggi o forme di ospitalità, solo se sono tali da non poter essere interpretati, da un osservatore imparziale, come finalizzati al conseguimento di un vantaggio, anche non economico, contrario a norme, a regolamenti e ai Principi Etici Universali. I suddetti soggetti che a loro volta ricevono omaggi o trattamenti di favore non direttamente ascrivibili a normali relazioni di cortesia dovranno informare immediatamente l’Amministratore Unico.

                                                                      ORGANIZZAZIONI POLITICHE, ENTI E ASSOCIAZIONI

                                                                        La Società non finanzia partiti, loro rappresentanti o candidati e si astiene da qualsiasi pressione impropria (diretta o indiretta) nei confronti di esponenti politici. Può aderire a richieste di contributi, provenienti da enti o associazioni senza fini di lucro e con regolari statuti ed atti costitutivi, che siano di elevato valore culturale o benefico e che coinvolgano un notevole numero di cittadini. Le attività di sponsorizzazione possono riguardare i temi del sociale, dell’ambiente, dello sport, dello spettacolo e dell’arte e sono destinate solo ad eventi che offrano garanzia di qualità. In ogni caso, nella scelta delle proposte cui aderire, la Società è attenta a prevenire e ad evitare ogni possibile conflitto di interessi di ordine personale o aziendale.

                                                                        ORGANIZZAZIONI NON-PROFIT

                                                                          La Società può sponsorizzare le organizzazioni senza scopo di lucro con reputazione consolidata per l’elevato valore economico o culturale delle iniziative proposte.

                                                                          MASS-MEDIA

                                                                            L’informazione verso l’esterno deve essere veritiera e trasparente, accurata e omogenea, coerente con l’immagine della Società. In nessun caso o forma i soci, i preposti, i dipendenti e i collaboratori della Società possono offrire pagamenti, regali o altri vantaggi finalizzati ad influenzare l’attività professionale di funzioni dei mass-media, o che possano ragionevolmente essere interpretati come tali.

                                                                                   2.4. RAPPORTI CON IL TERRIOTIRO E CON L'AMBIENTE

                                                                                La Società interagisce con il territorio e con l’ambiente in cui è presente per il tramite delle infrastrutture e della propria organizzazione aziendale. In tale contesto il principio cardine della politica della Società si identifica nell'operare nel pieno rispetto delle normative vigenti in tema di salvaguardia dell’ambiente in modo da evitare o ridurre al minimo qualsiasi impatto negativo sullo stesso. Tutti i destinatari del Codice Etico si impegnano a rispettare le norme e le procedure interne in materia di prevenzione dei rischi e di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro ed a segnalare tempestivamente eventuali carenze o il mancato rispetto della normativa applicabile.

                                                                                3. APPLICAZIONE DEL CODICE ETICO

                                                                                     3.1. MODALITà DI ATTUAZIONE E CONTROLLO

                                                                                  Tutti i destinatari del Codice Etico della Società hanno la responsabilità di applicare e far applicare le norme contenute nel presente documento. In nessun modo la convinzione di agire a vantaggio della Società può giustificare l’adozione di comportamenti in contrasto con questi principi.

                                                                                    DIFFUSIONE, COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE

                                                                                      Il Codice Etico rappresenta il documento fondamentale della Società pertanto deve essere portato a conoscenza di tutti gli interlocutori della stessa. A questo fine, sono predisposte opportune modalità di diffusione, comunicazione e informazione per i soci, i dipendenti, i collaboratori e i terzi in genere. In particolare:

                                                                                      • Per i neoassunti viene previsto, oltre alla consegna del Codice Etico all’atto di assunzione, un apposito modulo formativo;
                                                                                      • Per tutti i dipendenti e collaboratori, è previsto un piano di comunicazione-informazione annuale per favorire la conoscenza dei principi e delle norme etiche contenuti nel Codice;
                                                                                      • Per tutti gli altri interlocutori, vengono di volta in volta definite le modalità ritenute più idonee per l’efficace conoscenza del Codice Etico. La Società rende comunque disponibile sul sito internet il Codice Etico, affinché sia agevolmente consultabile.

                                                                                      AGGIORNAMENTO

                                                                                        L’aggiornamento del Codice è demandato all’Amministratore Unico, che si può avvalere della collaborazione dei soci esperti nella materia. Periodicamente viene verificata l’adeguatezza del Codice rispetto ai mutamenti del contesto normativo, economico, societario nonché in relazione a eventuali proposte di revisione per attività aziendali risultate e/o percepite come prive, del tutto o in parte, di apposita e/o adeguata regolamentazione.

                                                                                        4. VALORE CONTRATTUALE DEL CODICE ETICO

                                                                                          L’osservanza delle norme del Codice Etico deve considerarsi a tutti gli effetti parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei soci, dei preposti, dei dipendenti e dei collaboratori della Società ai sensi e per gli effetti delle norme del Codice Civile applicato. Il Codice Etico è parte integrante del Modello Organizzativo societario.