Finanza Comportamentale

Mer, Apr 5, 2017 - 18:12

Avversione e propensione al rischio, concetti che hanno implicazioni differenti a seconda dell'ambiente e della tipologia di individuo cui si riferiscono, motivo per cui la finanza comportamentale ha tracciato delle linee guida affinché non si ceda a regole empiriche ed errori di valutazione di portata più o meno ingente.

Come riporta il sito della Borsa Italiana, per finanza comportamentale s'intende quella branca di studi economici che indaga i comportamenti dei mercati finanziari, includendo nei propri modelli principi di psicologia sociale ed individuale. Essendo l'uomo un individuo caratterizzato da quella che Herbert Simon nel 1955 definisce razionalità limitata, la finanza comportamentale si assume l'onere di cercare di disinnescare meccanismi cognitivi che possono portare a compiere scelte inadatte. Affidarsi esclusivamente a sé stessi ed al proprio team di lavoro può risultare limitante. 

La teoria della razionalità limitata afferma essere impossibile per l'uomo conoscere le infinite conseguenze derivate dalle infinite alternative possibili, così come è impossibile compiere una selezione tra le infinite informazioni disponibili nel momento in cui è necessario adempiere ad una scelta.

Quando si corre il rischio di cedere alle trappole comportamentali? In caso di...

  • Illusione del controllo: tendenza a ricercare conferma del proprio punto di vista tenendo poco conto delle posizioni altrui, sopravvalutando l'integrità e la capacità di controllo imputabili alla propria figura;
  • Rappresentatività: tendenza a fare affidamento su stereotipi e luoghi comuni, con conseguenti distorsioni cognitive;
  • Ancoraggio: instaurazione di un legame tra scelte e determinate credenze/valori, pensando erroneamente che comportamenti di massa non comportino errori;
  • Overconfidence: eccessiva sicurezza in sé stessi, nelle proprie capacità e mezzi, che comporta una sovrastima delle probabilità di esito positivo;
  • Effetto framing: tale per cui si verifica una focalizzazione sul breve termine e le scelte variano a seconda del modo in cui un problema viene posto.

Per evitare o ridurre al minimo errori e situazioni penalizzanti, è importante rivolgersi a professionisti, sopratutto nel momento in cui si è in procinto di compiere scelte in grado di cambiare, tanto o poco, il corso di vita di una società.

Powered by Bamakò